Modifica/validazione di un segnale

Terminata la creazione di un segnale è necessario effettuarne la validazione affinché i dati inizino ad essere registrati e, in caso di storico, importati correttamente. La validazione è una procedura che permette la configurazione di tutti i parametri necessari a fornire una rappresentazione fedele ed accurata del segnale. Un segnale può essere validato anche senza particolari accorgimenti ma, in tal caso, non è garantita la rappresentazione corretta dei dati.

E' possibile validare i segnali anche dalla modalità di modifica della Lista segnali, attraverso la validazione rapida.

Se il segnale è virtuale, il primo riquadro permette di selezionare i segnali sorgenti a cui applicare la formula, da specificare nella casella apposita. Ad ogni segnale aggiunto viene assegnata una variabile da usare come riferimento nella formula.

Fra le informazioni di base del segnale è possibile modificare l'accesso (di default privato), la sua descrizione, e il tipo oltre a poter specificare delle note aggiuntive o delle tag da utilizzare successivamente nei filtri di ricerca.

Nello stesso riquadro è accessibile il token generato da Databoom per il segnale. Con il pulsante accanto è possibile copiarne automaticamente il valore in modo da poterlo utilizzare rapidamente. Il token è un codice, univoco all'interno dello stesso dispositivo, che identifica il segnale; è necessario per poter trasmettere i dati alla piattaforma attraverso l'utilizzo delle API. Il token può essere modificato, si tratta comunque di un'operazione rischiosa, in quanto il valore dev'essere univoco e richiede la successiva riconfigurazione dei segnali associati.

Il campo Log abilitato indica se i dati ricevuti per il segnale vengono registrati o meno. L'opzione è attiva di default, togliendo la spunta, i nuovi valori verranno scartati. Un segnale validato, ma con log disabilitato, verrà segnalato nella lista dei segnale con il simbolo di pausa ❚❚.

Un segnale può essere impostato come contatore in due modalità, contatore incrementale e contatore differenziale. Un segnale è un contatore quando il suo valore è cumulativo. In caso di contatore incrementale ogni valore ricevuto rappresenta il totale cumulato dall'inizio della registrazione, in caso di contatore differenziale ogni valore ricevuto rappresenta invece il totale cumulato dall'ultima comunicazione.

La soglia di timeout permette di specificare il valore in minuti oltre al quale notificare all'utente la mancanza di comunicazione attraverso delle segnalazioni nei widget Lista segnali, Dettaglio segnale e Contagiri.

Nel riquadro di visualizzazione del grafico è possibile scegliere il tipo di grafico da visualizzare, oltre a specificare una scala automatica o fissa, con valori impostabili.
 
Nel riquadro seguente, è possibile specificare l'unità di misura del proprio segnale. Il valore inserito verrà verificato ed interpretato da Databoom e, se riconsciuto, validato.

La sezione di Sostituzione valori permette di specificare una condizione (Maggiore di, Minore di, Compreso tra, Uguale a) che, se verificata, restituisce un qualsiasi valore specificato dall'utente che sarà visionabile in sostituzione del valore ricevuto dal segnale. Alle sostituzioni è possibile associare un colore che verrà utilizzato per colorare il widget segnale e la spia al suo interno, se abilitata. Sui grafici le sostituzioni vengono visualizzate nei balloon dei singoli valori con delle etichette.

L'ultimo riquadro Correzione valore consente di fornire un'interpretazione più corretta dei valori ricevuti.

Il campo di Granularità minima permette di restituire i valori raggruppati (Orari, Giornalieri, Mensili) nel dettaglio segnale, oppure di specificare una granularità personalizzata (es. 3 ore, 5 giorni, 6 mesi). Una volta impostata una graularità minima, verranno visualizzati solo i valori corrispondenti. Se il segnale con granularità minima viene utilizzato nella formula di un segnale virtuale, i valori a disposizione del calcolo sono quelli corrispondenti alla granularità impostata.

ATTENZIONE! Per ottenere risultati corretti nelle formule dei segnali virtuali, verificare che la granularità minima del segnale virtuale sia compatibile con quelle dei segnali selezionati. Se, ad esempio, un segnale della formula ha granularità minima giornaliera, il segnale virtuale non potrà restituire valori orari.

In caso di segnale virutale, selezionando il campo Applica sempre a tutti i dati, la formula viene applicata a tutti i valori indipendentemente dalla granularità minima selezionata. Se l'opzione è attiva, il calcolo avviene su tutti i valori e poi mediato a seconda della granularità. In caso contrario i valori vengono mediati a seconda della granularità e quindi applicata la formula.

L'opzione di Esclusione valori, se abilitata, permette di non registrare i valori del segnale al di fuori del range indicato dall'utente. I valori esclusi verranno comunque notificati all'utente attraverso un allarme.

Abilitando la Scalatura del segnale è possibile impostare i parametri per adattare i valori in ingresso ad un range più appropriato. E' inoltre possibile specificare il numero di cifre decimali che si vogliono visualizzare.

Impostati tutti i parametri sarà quindi possibile validare il segnale con le modifiche apportate.

Valida segnale

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.